Home / Copertina / La nota passione di Hezbollah per il nitrato di ammonio. I Ragazzi di Tehran

La nota passione di Hezbollah per il nitrato di ammonio. I Ragazzi di Tehran

0
0Shares

di Ragazzi di Tehran #Libano twitter@gaiaitaliacom #Iran

 

Per ora i responsabili della tragedia del 4 agosto scorso a Beirut, non hanno ancora un nome e cognome. Almeno quelli veri. Il Presidente libanese Aoun, che è arrivato al potere grazie ad Hezbollah e all’Iran, perde il suo tempo a spargere improbabili versioni complottiste, mentre rifiuta l’idea di una inchiesta internazionale sulla tragedia di Beirut.

Il leader di Hezbollah Nasrallah, da parte sua, nega ogni coinvolgimento, sostenendo di conoscere meglio il porto di Haifa che quello di Beirut. Nessuno gli crede, ma tutti sanno bene che Nasrallah conosce bene il nitrato di ammonio. Lo conosce bene perché, proprio per quanto riguarda Haifa, qualche anno addietro aveva minacciato di colpire il nitrato di ammonio stipato a Haifa per far esplodere la città israeliana e lo conosce bene perché, in questi anni, i terroristi di Hezbollah ne hanno provato a fare ampiamente uso, soprattutto in Europa.

Nel 2012, un cittadino con passaporto svedese e libanese è stato arrestato in Thailandia con tre tonnellate di nitrato di ammonio. L’uomo era un operativo di Hezbollah. Nello stesso anno, proprio Hezbollah aveva usato il nitrato di ammonio era stato usato per colpire un autobus con turisti israeliani in Bulgaria, uccidendo cinque persone innocenti.

Nel 2019, quindi, il Daily Telegraph riportava che l’intelligence inglese aveva trovato nel 2015 (celatto in borse del ghiaccio) uno stock di 3 tonnellate di esplosivo prodotto col nitrato di ammonio di Hezbollah, presso North West Londono (la notizia è rimasta per anni riservata).

Sempre nel 2015, un carico molti simile a quello inglese, questa volta però di 8 tonnellate di nitrato di ammonio, fu scoperto a Cipro, nelle mani di un agente di Hezbollah pronto ad organizzare attentati in loco. Anche stavolta il nitrato era nascosto in borse per il ghiaccio.

Infine, proprio a maggio di quest’anno, il Canale 12 israeliano ha reso noto che il Mossad aveva informato la Germania in merito alle attività di Hezbollah sul suolo tedesco, tra cui appunto il tentativo di celare centinaia di chili di nitrato di ammonio. In seguito a questa informativa, la Germania ha deciso di bandiere ogni organizzazione collegata a Hezbollah dal proprio territorio.

Infine è tristemente importante ricordare che proprio il nitrato di ammonio è l’esplosivo con cui nel 1994 il regime iraniano e Hezbollah hanno fatto saltare in aria il centro ebraico AMIA di Buenos Aires, uccidendo 85 persone innocenti e, nel 1992, l’Ambasciata israeliana sempre nella capitale argentina (29 morti).

 

(10 agosto 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 

 




Comments

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi